Produzione

PRODUZIONE

Le collezioni sono centrate nell’abbinamento dei colori con le perle a lume, punta di diamante della azienda. Le perle a lume sono le più giovani fra le perle veneziane, prodotte a partire dal 1600. A seconda delle varie tecniche di esecuzione, si possono raggruppare in quattro principali tipologie: perla s-cièta, millefiori, sommerso e fiorato. Il numero delle tipologie che si possono ottenere dall’uso contemporaneo di più tecniche resta praticamente infinito. La perla scièta è una perla monocromatica, la sua forma può andare dalla sfera alla ovoidale, e in tutti i modelli che la fantasia può suggerire. La perla mosaico detta anche millefiori è ottenuta ricoprendo il leggero strato di vetro molle che si trova attorno al ferro (anima) con tante sezioni di murrina, compattandola mediante l’uso di semplici strumenti e rifinendola secondo il programma stabilito. Sommerso: sopra un piccolo nucleo di vetro monocromatico è posta della graniglia di vetro colorato che in seguito è ricoperta con altro vetro trasparente. Alla graniglia possono essere sostituite delle foglie d’oro o d’argento che, una volta aderite adeguatamente, trasformano il risultato nel sommerso oro o sommerso argento. Fiorato: sopra alla tipica sfera iniziale è fatta aderire una striscia piatta di avventurina, combinata con altri filamenti dello stesso materiale alle estremità (chiamate vette). L’operazione è completata aggiungendo dei puntini colorati rappresentanti dei fiori.